Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘borborigmi’ Category

Gnam

Cosa non fa fare, la fame

Annunci

Read Full Post »

Tristezze da bar

Ho come la sensazione che il nostro corpo
politico sia in preda ad un’ondata di preoccupante
paranoia: ognuno impegnato a combattere i propri fantasmi.

Le menti si irrigidiscono, le visioni si fanno miopi o addirittura
presbiti: non si riesce nemmeno più a vedere
cosa c’è sotto il proprio naso.

Ma come si fa, dico io, a annaspare in codesta maniera?
Chi deve governare non ha un’idea, galleggia in un mare
di possibilità incerte, non ha forza, nè polso, nè
carattere tale da comunicare sicurezza.

Chi è all’opposizione sembra diventato una statua di sale
con un disco incantato sempre sulle stesse parole; un’idea
fissa in testa, quella della delegittimazione, che pare
non voglia essere soppiantata da un piano politico di
più ampio respiro.

La responsabilità sembra appartenere ad un altro
mondo, proprio ora, proprio in questi momenti che
diventano sempre più difficili.

Sarà che loro sono il nostro specchio o noi il loro, boh,
non lo so nemmeno io, ma quello che ci vedo riflesso, non mi
appartiene affatto.

Noi tutti qui ad aspettare la serietà, loro tutti là
a pensare al proprio orticello.

C’è da rimanere senza parole.

Read Full Post »

E’ Arrivato!

E’ arrivato il quadernino!
Francesca è bellissimo

Read Full Post »

Rap Presidenziale

Ed ecco qui un Napolitano sul Colle
calmo e innarestabile in grigio doppiopetto
tutto può parermi fuorchè guadio e diletto.

Un progressista inamovibile e incollato
tanto da parermi di tutt’altro lato
un conservatore abbarbicato al fianco
di una montagna che si è fatta banco
di furbeschi ed imbelli servitori del denaro:
quello sporco, muffo ed anche un poco raro.

Quando carriarmati russi portavano la pace
quello che Amendola mi sembra un po’ mordace.
Quello che per primo in America va
scordandosi di come noi la pensavà
di tutti quei politici che negli stati Uniti
andavano a bussare un po’ tutti lì riuniti,
convinti che l’America a loro riservasse
abbracci e baci e mai nessuna impasse.

OTTANTUNO anni di vera novità
di una politica in frantumi che tira a campà
sempre convinta che domani è un altro giorno
meglio una gallina oggi che un coraggioso intorno.

Read Full Post »

Ciao ciao

Ovvia, oggi
sono anche riuscita, ritornando dal lavoro, a fare ciao a Ciampi.
Chissà se stava abbastanza comodo sulla sua Maserati verde speranza.

Read Full Post »

Mare

Read Full Post »

Tempi

Per la verità non amo molto viaggiare.
Tutti i miei viaggi li ho affrontati malvolentieri, la realtà dei
nuovi paesi equivale a quella dei vecchi.
Le città mai viste, arrivandoci, mi preoccupano anzi come vere
e proprie persone che bisogna prima attentamente conoscere se
non si vuole correre il rischio di legarvisi con un’amicizia
inutile eprecipitosa. […]
E ciò che mi colpisce di rado nel mio ambiente ,ossia che la
vita scorre ogni giorno e una volta per sempre, mi si rivela
altrove irreparabilmente vero.

Flaiano Diario notturno.

Anche a me non piace viaggiare.
A me che nella vita ho girato parecchie città facendone
stabile dimora, in età matura, son diventata stanziale.
Oddio, fuggirei volentieri da Livorno, perdinci, ma si
tratta di incompatibilità caratteriale, più
che spirito d’avventura.

Sono secoli che dovrei andare a Milano a trovare
un’amica che mi invita ogni 3×2,
o dovrei fare una capatina nella mia Genova.
Secoli di rinvii.
Perchè lo so, mi verrebbe la voglia di ritornare nei
luoghi dell’infanzia, mi assalirebbe la triste malinconia
del tutto diverso ed estraneo, si metterebbero in fila
tutti gli anni trascorsi e mi sentirei, irrimediabilmente,
sorpassata.
E così trovo scuse, piccoli dinieghi e promesse future
di qualche rendez-vous ad abbraccio lontano ed indefinito,
in un tempo che non so più nemmeno io.
Quello che non troverò mai.

Read Full Post »

« Newer Posts - Older Posts »