Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘borborigmi’ Category

Caro Aruba

Non ho mai avuto niente da che ridire con il servizio che Aruba mi ha offerto in questi tre anni di mia permanenza.
(si insomma, qualche volta qualche piccola “divergenza” di opinioni, poca cosa, insomma).
Ma possibile che Tu non riesca a vedere che le interferenze che hai avuto sul tuo server
sono dovute ad una manica di spammatori d’eccezionale tempra malefica, e non, come
la tua mail mi dice, da ostilità irriguardose (si, interpreto, lo ammetto)
che aziono nei Tuoi confronti?
Per la miseria, un briciolo di gentilezza in più, a volte, farebbe piacere!
Spaventare così povere pulzelle ignorantamente indifese…

Annunci

Read Full Post »

Irrazionale

Il mostro c’è ma non si vede.
Perchè lui ha una faccia, un naso, una bocca, come tutti gli altri.
Eppure, non si sa come, non si sa perchè, lui è il mostro.

Parla e si difende e tu stai lì a fissargli la nuca, nell’immagine,,
e non vedi nessuna strana protuberanza spuntargli da qualche parte,
che so, un corno, un ricciolo maligno.
Rimani perplessa,
affascinata dal perverso coraggio di aver messo in atto l’irrazionale,
il sogno oscuro,
quello che non confessi neppure a te stesso.

C’è una linea sottile, invisibile, che il cervello fatica
a mettere a fuoco:
non distingue tra la ragione e la follia; quest’ultima, ahimè
non marchia i visi con una linea indelebile, ti trae in inganno, e tu,
ottenebrato, ti perdi nel tranello di un’apparente normalità.

Read Full Post »

incontri

Pochi giorni or sono, mi recai, giuliva, in una amena località turistica, una certa Punta (Alata).
Ivi vi incontrai una Regina biondo fiorita, bella e soave al punto giusto.
Fui accompagnata in questa leggiadra gitarella, da una nera crinita signora,
chiacchierante come solitamente usano essere le bruno crinite signore.

Trascoremmo una giornata deliziosa con una gradita sorpresa che mai una Regina
abbia potuto offrire ai suoi ospiti: un pranzo luculliano e saporito imbandito dalle sue
operose manine, che, solitamente, sfornano pastic…ehm…brucciacc…ehm…pranzi di più
modeste pretese.

Giornata deliziosa e gaudente, da ripetersi qua e là in località anche
meno amene, ma raggiungilbili al più presto

Read Full Post »

BASTA


Devo farla finita.
Comprarmi un portatile e mandare al diavolo tutti.
BASTA
Portatile e rete wireless e sarò nuovamente padrona del mio mondo computeristico.
Tutt’attorno metterò corrente elettrica: il primo che lo toccherà muore.
Per favore, gli amici più cari sarebbero così gentili da inviarmi un mail a
lizaveta@lizaveta.it per riuscire a ripristinare la mia casella di posta con almeno
i RICORDI?
(come fate a sapere che siete i miei amici più cari?
boh?

Read Full Post »

C’est vrai

La vita continua.
Affannosa come sempre.
Cercare di organizzare un’estate a due figlioli
e tirare avanti la baracca in questo mare di caldo, ecco,
non è impresa facile.
E il blog resta solingo ed abbandonato, alla deriva
in un mare pieno di meduse (qui da noi le avvistano sempre)
Ho cercato di pensarlo, il blog, dico, ma nei suoi confronti
non mi è apparsa nessuna lampadina, nessun raggio colorato, nulla.
Solo un velo di nebbia, che fa intravvedere quello che c’è ovattato e
distante.
Forse, a ben guardare, non c’è nemmeno più niente.

E’ così che penso al blog, con indifferenza e disappartenenza,
la stagione che si liquefa in una pianura cotta dal sole di luglio.

Rimangono i miraggi.

Read Full Post »

Bah

Cosa dovrei raccontare?
Della rottura per l’ennesima volta della mia lavatrice
(strumento essenziale nella mia vita) acquistata nuova a febbraio?
O della Clio,diesel, di quasi tre anni che fa schifo su tutti
i fronti?
O del tostapane che non funziona più (nuovo anch’esso)

Oppure dovrei raccontare delle mille parole
che faccio per convincere il mio piccolo ad organizzare
cose per l’estate affinchè non lo veda appiccicato
al computer per tutta la giornata?

Oppure sparlocchiare di tutti gli altri strumenti
o strumentucoli che al lavoro si sono rotti a loro
volta?

Che ne so.
Sarà che sono stanca, indispettita, stufa,
e con gran voglia di cambiamenti, ma
mi son fatta l’idea che tutto questo faccia
ruotare intorno a me un’aurea negativa
che vada ad influire su qualche campo
magnetico fondamentale per il buon
funzionamento di qualsiasi essere elettronico
con cui vengo a contatto.

Anche il computer mi si spegne sempre, ogni mezz’ora.
Quasi a volermi far capire che basta, con me non vuole
più averci niente a che fare.

Urge soggiorno a Lourdes.

Read Full Post »

landscape

C’è questa drammatica assenza di grandi menti.
C’è una necessità di cambiamenti.

C’è un bisogno di svecchiare,
ci sono pochi giovani su cui contare.

Sorpassate visioni si raccolgono
intorno al possibile
nell’incapacità di superare se stesse.

La rigidità sembra farla da padrona
in una realtà che professa il suo contrario.

E’ nei momenti infelici che vengono a galla
tutte le contraddizioni,
è nella mancanza di comunicazione
l’impossibilità alla crescita.

Quando gli spazi sono tutti occupati
e ci si avvinghia ad essi con le unghie
e con i denti, non trova largo il divenire;
tutto langue, come in una triste palude,
dove la vita puzza di morto
ed i colori son tutti spenti.

Read Full Post »

Older Posts »