Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Appunti’ Category

Riformattation

Per l’ennesima volta
tutto riformattato.
Questa volta sono stata scaltra, e mi sono ordinata per bene tutti gli appunti sparsi
delle regole circondanti.
Risultato: un vero caos.
Oh si a parte le solite richieste al mio server di posta, che penso mediti
un accoltellamento di cliente feroce (se lo sentite in cronaca, ecco, sono io
la vittima) le cose sono andate caoticamente meglio del solito.
Se si pensa che tutte le operazioni sono state fatte ad una temperatura di oltre
32 gradi, poi, devo essere fiera di me stessa.
Non credo sia finita qui, ma, almeno, per ora, il pc non si spegne
ogni 5 minuti.
Vado a stramazzare sul divano.
Buonanotte

Read Full Post »

Sartori

Con quattro voti di maggioranza al Senato voglio vedere come fa”. Potrebbe resistere un paio d’anni come nel biennio dal ’96-’98. “Allora è caduto gridando al complotto – prosegue Sartori – mentre la verità è che si è autoassassinato per un voto, rifiutando peraltro l’offerta di soccorso da parte di Francesco Cossiga e del suo gruppo. Il fatto è che l’arte di governare di Prodi non è mai stata eccelsa. L’uomo è rigidissimo e cocciuto, non dispone della flessibilità necessaria per fare grandi manovre in un contesto così difficile. Del resto è lo spazio d’azione della sua attuale maggioranza a essere minimo, e anche uno più bravo di lui non riuscirebbe a fare cose buone”. Sartori non crede all’effetto unificante della vittoria, in queste condizioni. “Una vittoria così miracolosa non compatta, la sinistra ha vinto in modo fortuito e fortunoso, per un’incollatura di voti. Non possono essere contenti neppure i Ds perché non sono usciti bene dalle urne. Temo ci sia molto malumore da quelle parti”.
Sartori “Il Foglio”12/04/06

Bene.
Voglio iniziare a fare un lavoro di incollo dei vari passaggi politici, che prontamente mi scordo man mano che il tempo passa.
Inizio con le previsioni di Sartori (uomo, si sa, non molto favorevole alla CdL), che dice queste cose qui
(che condivido appieno)
Quindi PREVISIONE 1)
riassumente molte di quelle che oggi ho letto in giro anche dagli elettori prodiani stessi.

Read Full Post »

Desideri

Vorrei un mondo dove ognuno fosse
responsabile di se stesso, della propria
prole e dei propri vecchi.

Vorrei un mondo dove affiancati ai diritti
esistessero anche i doveri.

Dove lavorare dovrebbe essere un piacere,
e gli slanci non debbano sempre sottostare a condizioni.

Vorrei un mondo dove gli accessi fossero liberi,
ma dove i percorsi fossero davvero meritevoli.

vorrei un mondo dove si pensasse che i ragazzi
siano menti novelle, da educare ed aiutare, non
tavole dove sperimentare le proprie manchevolezze
e riversare le proprie frustazioni.

Vorrei un mondo dove l’individuo conti
non relativamente agli altri, ma relativo
a se stesso, immerso armonicamente nella sua realtà.

Vorrei un mondo dove le pretese diventino
rispetto, ed il rispetto non si trasformi
in sottomissione.

Vorrei un mondo dove la forza del carattere
faccia davvero la differenza,
per poter arrivare là dove sono i nostri sogni.

Read Full Post »

Ohhhh

Un analizzatore interessante, finalmente ho capito come si rankerizzano le pagine.


Pssst devo dirvelo che l’ho trovato qua???

Read Full Post »

blog


Your Blogging Type is Pensive and Philosophical


You blog like no one else is reading…
You tend to use your blog to explore ideas – often in long winded prose.
Easy going and flexible, you tend to befriend other bloggers easily.
But if they disagree with once too much, you’ll pull them from your blogroll!

Beh si ecco insomma, non era poi tanto difficile

Read Full Post »

Ora ne sono sicura

A quasi un anno
dacchè ho riiniziato a lavorare, ora ne ho la certezza assoluta:

……………………………….. L’italia è sprofondata dentro un libro di Kafka………………

Read Full Post »

Strutturazioni (poco serie)

Dunque dopo giorni di affollamento pare che la mia giornata tipo invernale
si stabilisca su questi parametri:

Ore 7,00: sveglia: riordino sommario casa, controllo zaino pargolo piccolo, saluti e baci a figlioli.

ore 8/8.30: ufficio.

Ore 12 a casa: preparazione pranzo/ arrivo figli a scaglioni/come è andata, e la prof
che dice, quale lezione hai, che materiale ti manca, a che ora devi uscire o quando arrivano
gli amici/riordino.

Ore 15/16,30 palestra/doccia/vestizione.

Ore 16,45 auto veloce a prendere il figliolo piccolo per nuoto.(qualche piccola parolaccia sparsa)

17/18,30 nuoto (telefonate con figlio grande, vado qui, vado là rientro alle ore, babbo
viene prendermi.)

Ore 19 casa: preparazione cena e pranzo dell’indomani/ controllo compiti
fatti,/domande sparse dimenticate durante il giorno/
Riordino

Ore 21,30 crollo sul divano.

All’incirca, dovrebbe essere così quasi tutto l’inverno, con qualche
slittamento più o meno sensibile.

Glab.

Read Full Post »

Older Posts »