Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2005

Io ecco

Ho principalmente caldo, fondo, appiccico.
Ho pochissime forze, per pigiare i tasti faccio una fatica infernale.
Per questo non
so se parteciperò allo Scrivere l’Essenziale 2005, come feci l’anno passato

(anche se non fui abbastanza essenziale
da star dentro le 50 parole.)

Insomma, chi vuole…Sa dove trovarlo il concorso.

Annunci

Read Full Post »

Ahimè

Ma se uno non è genitore tecnologico cosa fa con i suoi figli?
No, perchè ogni giorno questi inventano qualcosa dietro cui
tu devi arrovellarti per capire comprendere ed agire.
Ora c’è e-bay.
Si lo so che E-bay c’è già da molto tempo, ma i miei figli non ne
avevano ancora scovato l’esistenza.
Ora, di colpo, tutto si deve acquistare lì sopra.
Ed io dietro a capire.
Perchè, rimarrei turbata se mi si recapitasse a casa che so
una cucina componibile completa di accessori, o un camper compreso
di satellitare, o anche solo un paio di sci a me che non so sciare.
Ed allora la supervisione genitoriale è d’obbligo, soprattutto
quando si tratta di acquisti.
Ahimè, siamo una generazione sfortunata, non si fa in tempo ad
imparare una cosa, che, zac, ecco la nuova, subito incombente.,
e se proprio si deve rimanere aggiornati, il lavoro è duro.

Read Full Post »

uh?

Non ci avevo pensato,
in realtà sto facendo anch’io vacanze…Virtuali.

Read Full Post »

Incisi

[…]Il limite dell’attuale bipolarismo è che, per assicurarsi il voto dei piccoli e grandi gruppi corporativi, parti significative della maggioranza e – ancor più – dell’attuale opposizione, non hanno interesse a sviluppare una politica che investa nelle eccellenze; nel capitale umano; nell’aiuto a piccole e medie imprese che assumono, investono ed esportano; in un sistema di welfare mix che incentivi la qualità.
Da questo punto di vista la contesa del prossimo anno rischia di ridursi in un teatrino se – pur vincendo l’uno o l’altro – continuerà a prevalere una sorta di blocco conservatore, di partito della rendita che difende interessi costituiti, privilegi,che non sono fondati sulle dinamiche reali del paese, opponendosi ad una sussidiarietà che favorisca le eccellenze cine fattore di sviluppo per tutti. […]


Il Riformista 13/07/05


Mi domando se noi italiani abbiamo davvero fatto qualcosa di male nella vita, da meritarci
un popolo politico di tale infima probità e di assoluta mancanza di serietà.
Politici come specchio di quello che siamo e non vogliamo accettare?
O è solo un modo nostro di fare politica che ormai non ha più ragione di essere
ed aspetta solo il rinnovamento (ed io sono troppo impaziente per sapere
aspettare?)

Read Full Post »

Le scuole sono diventate davvero ridicole.
Dovendo fare i conti con una materia a loro sconosciuta, il marketing,
propongono la loro immagine nella maniera più elementare:
raccontare balle.

Noi genitori lì ad ascoltare e loro giù una manica intera di balle.

Quando i fatti si fan noccioli, questi sono duri da masticare e capisci
che i conti con cui hai a che fare son sempre gli stessi: organico, stradario
numero degli iscritti.

Tutte le nuvolette di aria fritta son state dimenticate.
Almeno si registrassero, per non far brutte figure dico io.
Oppure no, chissenefrega, in fondo si sono iscritti, no?
Aspetta che te lo rilascio io il nullaosta.

Read Full Post »

Abbagli

E se ci fossimo tutti sbagliati?
Se ci avessero abbagliato i lucori dell’ intelligenza
collettiva, della collaborazione, dello scambio effettuati
attraverso un mezzo che percorre una strada che, invece, va totalmente
da un’altra parte?
Perchè ciò che mi sta colpendo della rete, da un po’ di tempo
a questa parte, è la sua facilità alla sconnessione, piuttosto
che il collegamento.
Facilmente chiudi, facilmente passi oltre, basta un click.

E via alla sagra del disimpegno, lucidando solo quel piacere momentaneo,
quel dolce solletico all’ego infarcito di irreale, che crea un mix
potente, ma di ben misera durata, una specie di fuoco fatuo.

Al di là del principio di piacere….Cosa rimane?

Read Full Post »

Polemiche

Leggo polemicuzze in giro circa bandiere, identità e mori.
Non entro nel merito non mi importano certe affermazioni
che non stanno nè i cielo nè in terra.
Tengo solo a dire che i 4 Mori ce li abbiamo anche noi.
Nessuno sa con certezza perchè 4, alcuni dicono che rappresentino
varie etnìe che
impazzavano nelle nostre coste cinquecentesche, altri , invece,
parlano della
rappresentazione delle varie età un turco preso a modello proprio dai vicini
bagni penali.
Altro non so.
So solamente che una bandiera quattromoresca potrebbe benissimo sventolarla
anche Livorno.
(strana coincidenza per me che ho una parte di sangue sardegnoleggiante, eh?)

Read Full Post »

Older Posts »