Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 12 marzo 2004

Dovrei tenerne conto

(..) quest’ irrequietezza è propria di uno spirito malato; ed io consiglio come primo indizio di un animo equilibrato il sapere restare fermo e raccolto in se stesso.
Bada inoltre che, in codesta lettura di molti autori e di libri di ogni genere, tu non vada vagando dall’uno all’altro.
Devi acquistar dimestichezza con autori scelti, e nutrirti di essi, se vuoi trarre qualcosa che rimanga stabilmente nell’animo. Chi vuol essere dappertutto non è in nessun luogo. Chi passa la vita in un continuo vagabondaggio, troverà molti ospiti, ma nessun caro amico. (…)
Cerca ogni giorno nella lettura un aiuto per sopportare la povertà e per affrontare la morte e tutte le altre sventure umane.
Dopo aver letto molto, scegli un pensiero che tu possa assimilare in quel giorno. Anch’io faccio così, del molto che leggo, prendo sempre qualcosa.(…)


Seneca – Lettere a Lucilio.

Annunci

Read Full Post »

Silenzi

La sensazione è lo sconforto.
Sconforto di dover sempre far da spettatrice a questo spettacolo dell’assurdo, rappresentato, ormai, da così tanti anni da dimenticarne l’inizio.
E non so districarmi nelle supposizioni, finendo per vedere solo un enorme cumulo di orrore e di sangue innocente, il
sangue degli altri, quelli che non c’entrano mai.
Le persone vengono spinte come onde al soffio del libeccio, ora di qui ora di là, manipolate da giochi che nessuno conosce e che lasciano questo senso di impotenza, amarezza e grande dolore.
Un profondo disgusto verso l’essere umano.

Read Full Post »