Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2004

Anni

Ho visto l’uomo mettere piede sulla luna,
e dello spazio farne progetto di guerra.

Ho visto bombe dilaniare corpi
e la paura nelle piazze repressa con divise e manganelli,
mentre inconsapevoli ragazzi, fasciavano i loro volti tentando di nascondersi
dietro ad un crudele gioco.

Ho visto tre Papi,
e le ideologie cadere a pezzi.

Ho visto politici morire e portati in giro, pezzi di uomo, in un bagagliaio
o colpiti da monetine lanciate dalla folla.

Ho visto lanciare sorrisi, sopra il muro crollato di Berlino
ed agitar di braccia e di bandiere, in una frenesia di gioia.

Ho visto folle senza casa, guardarsi silenziose all’ombra
di fredde roulotte, appoggiate sui resti ormai distrutti di quella
che un tempo era la loro abitazione.

Ho visto gente senza patria tentare assalti
con lanci di sassi e urli alti, mentre dall’altra parte carriarmati
li guardavano con i loro occhi rombanti e indifferenti.

Ho visto del sospetto nella gente
quando decine di politici incupiti, tentavano con forza di
slegarsi, in tribunali, dagli anni di colpe densamente taciute.

Ho visto volti silenziosi guardare in mille pezzi un aereo senza
colpa, se non quella di attraversare lo spazio riservato a voli di missili
fantasma.

Ho visto risorgere traumatiche le guerre, che parevano lontane
e farsi ogni giorno più vicine, tanto da riuscire a sentirne quasi
l’odore.

Ho visto i denti dei bambini lanciare alti nel cielo
i loro acuti di risate, da sempre uguali, portarmi
piccoli frammenti di serenità.

Annunci

Read Full Post »

Succede

Succede a volte che uno abbia voglia di ricominciare daccapo.
Ha inseguito così tante strade da essersi trovato fermo, sperduto in un labirinto di inutilità
Avrebbe,così, voluto lasciare tutto ed andarsene, invece riparte e seguendo questo nuovo impulso, come in un lampo, capisce che ha messo a frutto un’idea di un altro mondo possibile.
Che poi non è molto dissimile dal mondo im-possibile che molti di noi hanno in testa, ma tra il possibile e l’impossibile finiamo per scordarcelo sempre.( e perderci in strade tortuose come queste mie parole)

Read Full Post »

E’ primavera

Read Full Post »

Cult

Si va bene cult stracult.
ok anche per gli Who, grandissimi nel loro Tommy visto ai tempi dei tempi.
Ma qui, ecco, qualcosa di abbozzato.
Realizzato nel 1979, ambientato nel 1963 sembra appartenere ormai ad un’epoca preistorica (lo svolgersi stesso della pellicola stessa è stata un’avventura).
Si lo so, gli albori delle inquietudini giovanili, in fin dei conti nei decenni la storia non è di molto cambiata.
Tutto si può contestualizzare e capire; resta il fatto che tutta la storia è sospesa come fuori dal tempo.
Apice massimo: l’apparizione di Sting, più space invader che un umano. (tutto da ridere)

Read Full Post »

Istanti




Eppure , a volte, sento così tangibili gli intrecci dei pensieri,
da cogliere, in lontananza, il loro ondeggiato profumo di mare.

Non si sa mai di chi si masticano i pensieri (Joyce)

Read Full Post »

AIUTO!

Gli ALIENI! Lo hanno rapito!
Dovrei fermarli, dir loro che non impareranno nulla della razza umana rapendo un simil figuro!
Dovrei, sì, ma come fare? E’ questione di comunicazione, sempre la solita comunicazione che mette i bastoni tra le ruote, l’incomunicabilità tra esseri viventi, che dire?
Il male del nostro tempo?

Read Full Post »

Ricordi di infanzia

In questo post c’è tutta la mia infanzia pubblicitaria dentro e certa storia proprio non la conoscevo.
Non si finisce mai….

Read Full Post »

Older Posts »